L’UNIONE SARDA – 21-11-2008

In Cina gli atleti isolani conquistano 38 medaglie

Sabrina Pili è d’oro ai campionati mondiali

Trentotto medaglie di cui quattordici conquistate da atleti cagliaritani.

Questo il ricco bottino della nazionale azzurra di kung fu ai Campionati

mondiali degli stili interni tradizionali cinesi. La kermesse internaziona

le si è svolta a Shiyen , nella Cina centrale, tra il 26 Ottobre e il 3 Novembre ,con ben 130 nazioni partecipanti per un totale di 3500 atleti di gara .Un evento molto atteso in Cina quest’anno si è arricchito di una cerimonia di apertura di grande effetto ( sfilate, spettacoli e fuochi di artificio in uno stadio gremito ). L’Italia si è classificata al terzo posto assoluto dietro Cina e Hong Kong in virtù delle 38 medaglie conquistate (6 ori , 13 argenti e 19 bronzi ). Della comitiva azzurra hanno fatto parte otto atleti cagliaritani che fanno capo alla “Accademia di discipline orientali” di Cagliari . Si tratta di Sabrina Pili, Patrizia Cireddu , Normann Gine,

Marta Pinna, Alessio Marcialis, Alessandro Montesu , Ulisse Badas e Michele Sollai . I nostri ragazzi hanno ottenuto un oro ( conquistato da Sabrina Pili nella specialità Wudang Taijiquan), sei argenti e sette bronzi . Grande soddisfazione per l’ottimo risultato è stata espressa dal maestro Giancarlo Manca, direttore dell’Accademia di discipline

orientali di Cagliari nonché nuovo tecnico della nazionale di Wushu Kung Fu (federazione Fiwuk Coni ) in sostituzione dell’allenatore cinese Hao Xu (esonerato) . Manca pratica le arti marziali da 30 anni ed è un cultore degli stili interni del kung fu tradizionale cinese . In carriera ha partecipato ai più importanti tornei internazionali laureandosi campione del mondo in Florida nel 2000. Due anni dopo è stato premiato anche nelle sacre montagne de Wudang Shan come uno fra i migliori 30 maestri del mondo (p. l.)